L’autorizzazione Integrata Ambientale non è l’applicazione asettica di un insieme di tecniche e di relative “prestazioni ambientali” ma piuttosto il risultato di un percorso di analisi volto ad individuare l’assetto impiantistico e produttivo che combina assieme i tre elementi cardine dell’IPPC: controllo combinato delle emissioni aria-acqua-suolo, riferimento a standard tecnologici e gestionali di settore, valutazioni delle condizioni locali.

Attori principali sono fondamentalmente le amministrazioni che avranno il compito di rilasciare le autorizzazioni, i gestori che le richiedono e la comunità locale destinataria indiretta delle scelte delle pubblica amministrazione che dovrà provvedere al contemperamento degli interessi di cui tali attori si fanno portatori all’interno del provvedimento complesso.
Ricorso al TAR Palermo di Cittadini di Isola delle Femmine per annullamento decreto n 693 della Regione Sicilia a favore della Italcementi

Conferenze: 31 Luglio 2007-21 Novembre 2007-31 gennaio 2008-20 febbraio 2008-19 marzo 2008

Cambiamo Aria


Il Piano regionale per la qualità dell'aria presentato dalla regione Sicilia nel 2007 somiglia stranamente a quello del Veneto. Semplice coincidenza?

E' da un pò che in Sicilia non si respira più la stessa aria. Da Palermo a Gela, da Catania a Caltanisetta ci sono segnali di cambiamento che vengono dalla società civile, dai commercianti, dagli industriali che si ribellano contro la mafia e il pizzo. Anche la burocrazia regionale se n'è accorta. Per questo nel "Piano Regionale di Coordinamento per la tutela della qualità dell'aria", pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana, sono state introdotte importanti novità. Ora siamo più europei e lo conferma il rigido clima dell'isola. In più abbiamo un "bacino aerologico padano" e "piste ciclabili lungo gli argini dei fiummi e dei canali" presenti nei centri storici dei comuni siciliani. A leggere il piano in questione si può fare a meno anche dell'autonomia, dato che anche il Parlamento , l'Assemblea Regionale, è diventato un normale Consiglio regionale come quello del Veneto.

Un bel sogno che è stato interrotto da quei materialisti di Legambiente che hanno rilevato come il Piano sia, per usare un eufemismo, troppo simile a quello del Veneto. E dire che porta la firma di ben nove eccellenti autori: dirigenti dell'Assessorato e professori universitari, L'Assessore all'Ambiente Rossana Interlandi, dice che nel caso in cui errori vi siano stati, questi devono essere accertati, e comunque questo non legittima nessuno a parlare di plagio. L'Assessore ha ragione, in primo luogo perchè ispirarsi a un piano esistente conferma la teoria che riciclare conviene. E poi, non è che i piani regionali sono tutelati da diritto d'autore, senno dovrebbero riconoscere anche i diritti Siae ai dirigenti e consulenti che li preparano, Quidi è giusto che nessuno dei responsabili di questo piano cambi aria. In fondo la Regione non è mica il Palermo Calcio, che dopo una partita persa 5 a 0 con la Juve esonera l'allenatore. Bisogna prima accertarsi di non aver perso la partita.

Se intanto il camponato finisce, pazienza.

Gianpiero Caldarella Sdisonorata Società Navarra editore
Piano Regione Sicilia Qualità e Tutella dell'Aria

venerdì 24 ottobre 2014

Isola delle Femmine Italcementi e Ambiente: APPUNTI SULLE CONFERENZE DI SERVIZI CHE HA PORTAT...

APPUNTI SULLE CONFERENZE DI SERVIZI  CHE HA PORTATO AL DRS 693/2008 ITALCEMENTI ISOLA DELLE FEMMINE 
ITALCEMENTI LE MEDESIME PROBLEMATICHE FASCICOLO PROCURA SIRACUSA PETROLCHIMICO PRIOLO
ALLEGATO A CONFERENZA SERVIZI PROCEDURA A.I.A. RESPONSABILE PROCEDIMENTO ARCH GIANFRANCO CANNOVA NESSUNO DEI PARTECIPANTI CONOSCE PROGETTO 31 GENNAIO 2007
ALLEGATO B 21 NOV 2007 CONFERENZA DECISORIA SERVIZI PROCEDURA A.I.A. RESPONSABILE PROCEDIMENTO ARCH GIANFRANCO CANNOVA VIA IN FASE ISTRUTTORIA PETCOKE RUMORE VIBRAZIONI 
ALLEGATO B1 31 01 2008 CONFERENZA DECISORIA SERVIZI PROCEDURA A.I.A. RESPONSABILE PROCED ARCH GIANFRANCO CANNOVA ITALCEMENTI NO CONVERSIONE SI PETCOKE SOVRAINTENDENZA NON HA PROGETTO
ALLEGATO C 20 FEBBRAIO 2008 CONFERENZA DECISORIA SERVIZI PROCEDURA A.I.A. RESPONSABILE PROCED ARCH GIANFRANCO CANNOVA ASL NON CONOSCE PROGETTO SANSONE PETCOKE CENTRALINE STUDIO INCIDENZA UTILE PER A.I.A.
ALLEGATO D 31 3 2008 CONFERENZA DECISORIA SERVIZI PROCEDURA A.I.A. RESPONSABILE PROCED ARCH GIANFRANCO CANNOVA SI 2 CENTRALINE DISMISSIONE CAMINI



Isola delle Femmine Italcementi e Ambiente: APPUNTI SULLE CONFERENZE DI SERVIZI CHE HA PORTAT...: APPUNTI SULLE CONFERENZE DI SERVIZI  CHE HA PORTATO AL DRS 693/2008 ITALCEMENTI ISOLA DELLE FEMMINE  APPUNTI SULLE CONFERENZE DI SERVIZI ...

mercoledì 22 ottobre 2014

Caro Signor "Sindaco" Prof Gaspare Portobello: ISOLA DELLE FEMMINE 22 OTTOBRE 2014 ORE 12 TERMINA...











LISTA”MOVIMENTO 5 STELLE”
CANDIDATO SINDACO: Massimiliano Adelfio
CANDIDATI AL CONSIGLIO COMUNALE
Massimiliano Adelfio, Daniela Amato, Joska Arena, Anna Chimenti, Pietro Di Franco, Giuseppe Geraci, Ignazio Giordano, Francesco Marino, Emanuele Messana, Chiara Oliva, Teresa Pandolino, Nicola Rera.


La sequenza delle liste è data dall'ordine di presentazione all'ufficio elettorale 


ISOLA
DELLE FEMMINE 22 OTTOBRE 2014 ORE 12 TERMINATA LA CAMPAGNA ELETTORALE

 

SENTENZA 132 2013 IL PROFESSORE GASPARE PORTOBELLO IL GEOLOGO
MARCELLO CUTINO IL DOTTORE RISO NAPOLEONE IL SIGNOR PALAZZOTTO TUTTI GLI ELETTI
DELLA LISTA “PROGETTO ISOLA” SONO PER LA GIUSTIZIA INCANDIDABILI

 

(VOTI IN LIBERTA’)

 

http://nuovaisoladellefemmine.blogspot.it/2014/10/sentenza-132-2013-il-professore-gaspare.html

 

I DATI
DELLE ULTIME “ELEZIONI” AMMINISTRATIVE PER UNA POSSIBILE PROIEZIONE DI QUANTO
SCATURIRA’ DALLE URNE DEL 16 E 17 NOVEMBRE!!!!!!!!!!!!!

 

Elezioni
Amministrative 6-7 giugno 2009 - Comunali

SICILIA
- ISOLA DELLE FEMMINE

Elettori 5.862
Affluenza: 84,0%
Affluenza nelle
precedenti amministrative: 83,0%

Candidati
Voti
%
Partiti
Voti
%
Seggi
Gaspare Portobello
1.770
37,0
Progetto
Isola - Sindaco Portobello
1.716
37,1
9
Stefano Bologna
1.597
33,4
Rinascita
Isolana - Bologna Sindaco
1.553
33,5
6
Antonino "Nino" Rubino
1.411
29,5
Insieme
per il Rinnovamento
1.361
29,4
-



Candidati e Voti Progetto Isola


Cutino Marcello 155,
Aiello 214  
Aiello Francesca 82
Guttadauro 91,
Billeci Piera 41,
Battaglia 98,
Peloso 74,
Dionisi 100,
Cardinale Enrico 60,
Balistreri 58,
PAlazzotto 237, IL PIU' VOTATO DEL NUOVO PROGETTO ISOLA
DELLE FEMMINE
Giucastro 158,
CAPITANO Lucido 60,
S Riso N 170,
Riso Rosaria 83



Candidati e Voti Insieme per il Rinnovamento


Aiello G 89,
Bruno 124,
Fanale 95,
Fontanetta 73,
Giambanco 36,
Lucido Gianpaolo 84,
Mannino Vincenzo 197,
Gradino 112,
Miserendino 40,
Pagano 102,
Morena 79,
Nevoloso Orazio 98,
Scarpa Giuseppe 68,
Stefanini 57,
Triboto 76.



Candidati e Voti Rinascita Isolana


Billeci 177,
Mannino Angelo 238,
Mignano 95,
Caltanisetta 132,
Cardinale Giuseppe 47,
Colonna 47,
Crisci 164,
Croce 47,
Ferrante 80,
Guercio Bartola 72,
Millocca 87,
Nevoloso Benedetto 97,
Oliva 20,
Rappa Rosario 95,
Sanfilippo 85

http://isoladellefemminelibera.blogspot.it/2009/06/cronaca-di-una-vittoria-annunciata.html


ISOLA DELLE FEMMINE 22 OTTOBRE 2014 ORE 12 TERMINA  LA CAMPAGNA ELETTORALE 
Caro Signor "Sindaco" Prof Gaspare Portobello: ISOLA DELLE FEMMINE 22 OTTOBRE 2014 ORE 12 TERMINA...: LISTA”MOVIMENTO 5 STELLE” CANDIDATO SINDACO: Massimiliano Adelfio CANDIDATI AL CONSIGLIO COMUNALE Massimiliano Ad...

martedì 21 ottobre 2014

Rifiutiamo i Rifiuti: COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE PRESIDIATO DAGLI OPE...

COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE PRESIDIATO DAGLI OPERAI DELL'ATO PA 1 SENZA STIPENDI DA OLTRE 2 MESI E CONDIZIONI DI LAVORO DA TERZO MONDO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! 















IL DISASTRO ECONOMICO DELL'ATO PA 1 AD OGGI SI CONTANO 4 QUATTRO COMMISSARI STRAORDINARI CON "REGOLARI" STIPENDI CHE CI DICONO: "LE CASSE DELL'ATO SONO VUOTE...." E GLI OPERAI NON RICEVONO STIPENDI DA OLTRE 2 MESI PER NON PARLARE DELLE CONDIZIONI DI LAVORO DEI DIPENDENTI 

MI CHIEDO
QUALI EFFETTI HANNO PRODOTTO LE DENUNCE ED ESPOSTI ALLE AUTORITA' GIUDIZIARIE DELL'ASSESSORE DI PARTINICO ?

MI CHIEDO 
QUALI EFFETTI HANNO PRODOTTO LE PERQUISIZIONI DEI CARABINIERI  NEGLI UFFICI AMMINISTRATIVI DELL'ATO PA 1?



A TUTTO CIO' SI ACCOMPAGNA  UNA CRESCENTE EVASIONE DEI TRIBUTI - a volte molto spesso - FAVORITA  DAI SINDACI (vedasi la relazione della commissione Prefettizia che ha portato allo scioglimento del Consiglio Comunale di Isola delle Femmine) PER GARANTIRSI LA LORO RIELEZIONE!!!!!!!










Rifiutiamo i Rifiuti: COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE PRESIDIATO DAGLI OPE...: COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE PRESIDIATO DAGLI OPERAI DELL'ATO PA 1 SENZA STIPENDI DA OLTRE 2 MESI E CONDIZIONI DI LAVORO DA TERZO MOND...

sabato 18 ottobre 2014

Salemi, caccia aperta al "copia - incolla". Maiorana accusato di plagio PIANO TUTELA DELLA QUALITA' DELL'ARIA REGIONE SICILIA

Salemi, caccia aperta al "copia - incolla". Maiorana accusato di plagio




 Alzi la mano chi non ha copiato mai in vita sua. Eppure il verbo “copiare” fin dai primi nostri giorni delle elementari, fu uno dei primi divieti impostici. Era severamente vietato copiare. Dal compagno secchione di banco, era impossibile farlo. La barriera del quaderno che lui con “cattiveria” interponeva ce lo impediva. Veniva per fortuna in soccorso sempre il più bravo, quello vero, e che era sempre anche il più generoso e disinteressato. Occorreva cambiare le parole. Era il suo consiglio. E spesso quel cambio produceva effetti miracolosi. Spesso chi aveva “copiato”, se lo faceva con genialità, prendeva un voto più alto del suo. La copia acquisiva, come d’incanto, vita propria, superando l’originale.
Già. Perché non sempre quel verbo necessariamente acquisisce un'accezione negativa. Se a scuola, per ovvi motivi, è proibito, nella vita può produrre risultati inaspettatamente positivi e brillanti. Quanti secoli sono passati da quando il primo uomo ha copiato?
Un esempio tra i tanti, l'invenzione della ruotaUn bel giorno, uno tale più sveglio degli altri, ne ha costruita una e molto probabilmente se nemmeno sapergli dare un nome. Ve lo immaginate se questo oggetto non fosse stato copiato?

Saremmo ancora all’età della pietra.
E invece, il destino dell’umanità cambiò grazie al fatto che tantissimi “copiarono” l'idea rivoluzionaria, senza nutrire il minimo pudore e senza che ci fosse il dito accusatore da parte del solito nulla facente.

Fortunatamente continuiamo a “copiare” lo facciamo dai più bravi. Copiamo idee, modi di fare, soluzioni a nuovi e vecchi problemi.

E’ la storia dell’umanità che ce lo conferma. Da una semplice vite, ad un'automobile; da una maglia di cotone, ad un processore d’informatica. Brevetti permettendo. Fermo restando che alcune peculiarità mai nessuno potrà copiare e riprodurre.

A Las Vegas, nel Nevada lo hanno fatto “ricostruendo” alcune città italiane.

Il trionfo del kitsch. Ma è chiaro che non è di questa “copiatura” che stiamo discutendo.

Il territorio, la bellezza, la storia, la cultura, le Chiese, i palazzi, le opere, il cibo, il vino che sono la nostra carta d’identità nessuno potrà imitarli, come noi non possiamo appropriarci di quella degli altri.

Questa lunga premessa perché ieri abbiamo ricevuto un comunicato stampa da parte del Pdr ( da non confondere con l’omonimo Pdr di Vincenzino Culicchia, quando si dice la fantasia dei politici!) di Vittorio Sgarbi con il titolo: “La «cultura» del «copia e incolla» dell’assessore Giuseppe Maiorana facente parte della giunta comunale di Salemi.”  

Più avanti si apprende che “sul sito internet del Comune di Salemi il 6 ottobre 2014 è stato pubblicato il «Piano triennale 2014/2016 di attività per la valorizzazione dei beni culturali, ambientali e paesaggistici, la promozione turistica ed agro-turistica, di manifestazioni ed iniziative promozionali, di festività di interesse locale”.

Il Piano- questa l’accusa-  sarebbe stato copiato dal Comune di Cagliari. Bollato con “Un imbarazzante «copia e incolla», vengono pure indicati i link

con le parti copiate evidenziate.

Il documento ha fatto il giro del web, scatenando commenti anche divertenti e ironici. Ne citiamo alcuni: PRIMA BIENNALE DEL COPIA-E-INCOLLA SALEMITANO...Nel mezzo del cammin che va a Vita/mi ritrovai dietro a una Suv oscura,/che la diritta via avea smarrita./Ahi quanto a dir qual'era la mia premura/che ogni "Mannaggia!" sì aspro e forte nel pensier rinnova la paura!/Tant'è amara che poco più alle porte/ma solo a guidar tanto ben ch'ì la sorpassai,/e altrove dirò de le due signore ch'ì v'ho scorte...(tratto da: Marco Bagarella - "La comoda diva. Poema sulle donne al volante").

C’è pure chi ha postato il link di “la Repubblica” in cui proprio Vittorio Sgarbi era stato accusato di avere firmato a nome suo un saggio su Botticelli che si scoprì essere interamente della storica d’arte Milena Bacci del 1964. Nell’articolo si leggeva: “Salvo qualche taglio e qualche leggera cucitura, la decina di pagine che Vittorio Sgarbi dedica a Botticelli in un volume edito da Skira e venduto allegato ad alcuni giornali e quelle che Milena Bacci, storica dell´arte di scuola longhiana, scrisse sul pittore quattrocentesco in un fascicolo dei «Maestri del colore» (Fabbri editore) nel 1964 sono, appunto, identiche. Parole, virgole, punti, punti e virgola e capoversi.” Grande polemica, anche allora. Era il 2008, i primi mesi della sua sindacatura a Salemi.

Dal canto suo l’assessore Giuseppe Maiorana non si scompone più di tanto. La replica è secca, al limite del cinismo, precisando di non avere mai “ parlato di originalità nelle cose che si fanno o che ho fatto o che voglio fare. Non ho neanche smentito di aver preso spunto o “copiato” da relazioni o idee interessanti… Così come tutti i programmi politici di destra, sinistra o centro sono un copia e incolla… E poi è bello copiare le idee interessanti, farle proprie e soprattutto contestualizzarle. Per quanto mi riguarda non mi sento “scoperto” da chissà quale mistero. Guardo sempre le cose che altri fanno per poi cercarli di riproporle nel migliore dei modi e secondo le mie capacità. Le “polemiche” lasciamole fare ad altri che evidentemente hanno tempo libero…», per infine aggiungere un suo personale exalogo di comportamenti definiti “imbarazzanti”: rubare soldi allo Stato e ai cittadini, essere collusi con certi sistemi mafiosi, gestire la cosa pubblica per fini personali, vantarsi di cose "fatte" ma con esito non veritiero, non avere argomenti validi su cui argomentare, imbrogliare a tutti i costi.

Diciamolo con estrema franchezza. Quella innescata, ci sembra una polemica forzata, complice forse la profonda crisi in cui si trova il movimento ( un consigliere perso dopo pochissimi mesi, e con alcuni che in modo innaturale dialogano con il M5S), l’assenza di autentiche idee alternative e il prolungarsi di questa anomala estate ottobrina.

Non troviamo nulla di scandaloso se si mette la testa fuori casa e se cominciamo ad osservare il mondo e a vedere cosa fanno gli altri. C'è chi valorizza il poco che ha. In Italia come all'estero.

Ho sempre citato cosa riesce a fare un piccolo comune come Castelbuono, molto simile, per certi aspetti a Salemi, ma con un invidiabile dinamismo turistico- culturale e gastronomico di grande valore.

Spesso, nei nostri lunghi pellegrinaggi ci siamo ritrovati a fare chilometri a piedi per vedere un vecchio albero, ad ammirare un vecchio mulino decrepito, a visitare un museo con appena due stanze spoglie. Ci siamo stati perché hanno avuto la capacità di destare la nostra attenzione.
Si deve copiare dagli altri, non i manufatti artistici o gli eventi, che sono unici, ma come riescono valorizzarli. Ci sono città più piccole dove hanno operato scelte radicali e innovative che hanno cambiano le loro prospettive. Aiuole curate. Parchi giochi pieni di bambini. Raccolta differenziata insegnata nelle scuole e operata nella realtà. Cura e manutenzione di cosa già c'è e stop alla cementificazione inutile.
Non bisogna quindi chiudersi in uno sterile lamento di chi si abitua a guardare sempre in basso e di chi punta il dito solo per indicare quello che gli altri fanno peggio.

Alzare gli occhi della mente permette di guardare più lontano e cambiare gli orizzonti non è unadiminutio, ma un arricchimento.

Non ci sono soluzioni facili, non esistono scorciatoie. Aprire le porte e le menti alla condivisione crediamo sia la strada da intraprendere. Molto meglio che chiudere finestre e alzare muri. Nessuno deve credere di essere il migliore. Il livore a lungo covato può provocare solo danni, soprattutto a se stessi.

E soprattutto dobbiamo sapere che ”copiano” tutti, anche i più bravi.

Franco Ciro Lo Re
CIAMPOLILLO NOTE CRITICHE AL CTU D’AGOSTINO  27 12 13 NEL PROCEDIMENTO 9916 2011







Cambiamo Aria





Il Piano regionale per la qualità dell'aria presentato dalla regione Sicilia nel 2007 

somiglia stranamente a quello del Veneto. 

Semplice coincidenza?


E' da un pò che in Sicilia non si respira più la stessa aria. Da Palermo a Gela, da Catania a Caltanisetta ci sono segnali di cambiamento che vengono dalla società civile, dai commercianti, dagli industriali che si ribellano contro la mafia e il pizzo. Anche la burocrazia regionale se n'è accorta. Per questo nel "Piano Regionale di Coordinamento per la tutela della qualità dell'aria", pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana, sono state introdotte importanti novità. 

Ora siamo più europei e lo conferma il rigido clima dell'isola

In più abbiamo un "bacino aerologico padano" e "piste ciclabili lungo gli argini dei fiummi e dei canali" presenti nei centri storici dei comuni siciliani. 

A leggere il piano in questione si può fare a meno anche dell'autonomia, dato che anche il Parlamento , l'Assemblea Regionale, è diventato un normale Consiglio regionale come quello del Veneto.


Un bel sogno che è stato interrotto da quei materialisti di Legambiente che hanno rilevato come il Piano sia, per usare un eufemismo, troppo simile a quello del Veneto. E dire che porta la firma di ben nove eccellenti autori: dirigenti dell'Assessorato e professori universitari, L'Assessore all'Ambiente Rossana Interlandi, dice che nel caso in cui errori vi siano stati, questi devono essere accertati, e comunque questo non legittima nessuno a parlare di plagio.


L'Assessore ha ragione, in primo luogo perchè ispirarsi a un piano esistente conferma la teoria che riciclare conviene. E poi, non è che i piani regionali sono tutelati da diritto d'autore, senno dovrebbero riconoscere anche i diritti Siae ai dirigenti e consulenti che li preparano, Quindi è giusto che nessuno dei responsabili di questo piano cambi aria. In fondo la Regione non è mica il Palermo Calcio, che dopo una partita persa 5 a 0 con la Juve esonera l'allenatore. Bisogna prima accertarsi di non aver perso la partita.


Se intanto il campionato finisce, pazienza.


Gianpiero Caldarella Sdisonorata Società Navarra editore Piano Regione Sicilia Qualità e Tutella dell'Aria



IL PIANO COPIATO

NUMERO DELLE RIGHE DEL PIANO REGIONALE DI TUTELA E RISANAMENTO DELL’ATMOSFERA DELLA REGIONE VENETO (approvato con delibera 452 del 15 febbraio 2000 ed adottato con deliberazione 57 del CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO dell’11.11.2004, BOCCIATO DALLA COMMISSIONE AMBIENTE D’EUROPA (DUMAS) NELL’APRILE 2006) COPIATE NEL PIANO REGIONALE DI COORDINAMENTO PER LA TUTELA DELLA QUALITA’ DELL’ARIA APPROVATO CON Decreto Assessoriale 176/GAB Regione Sicilia del 9 Agosto 2007


Nel conteggio del numero delle righe SI SONO ESCLUSI : Titoli dei paragrafi e sottoparagrafi, tabelle, grafici e figure per ogni capitolo.
Il conteggio si riferisce solo al raffronto con il Piano della Regione Veneto e non comprende le altre fonti copiate.



Capitolo 1
Totale delle righe del piano Sicilia 564
Righe del piano Veneto riproposte(INCOLLATE) nel Piano Sicilia 323
Incidenza percentuale 57,26%

Capitolo 2
Totale delle righe del piano Sicilia 2002
Righe del piano Veneto riproposte(INCOLLATE) nel Piano Sicilia 520
Incidenza percentuale 25,97%

Capitolo 3
Totale delle righe del piano Sicilia 396
Righe del piano Veneto riproposte (INCOLLATE) nel Piano Sicilia 265
Incidenza percentuale 66,91%

Capitolo 4 [include solo un elenco di norme; non conteggiato]
Totale delle righe del piano Sicilia 222
Righe del piano Veneto riproposte (INCOLLATE) nel Piano Sicilia 1

Capitolo 5
Totale delle righe del piano Sicilia 61
Righe del piano Veneto riproposte (INCOLLATE) nel Piano Sicilia 31
Incidenza percentuale 50,81%

Capitolo 6
Totale delle righe del piano Sicilia 617
Righe del piano Veneto riproposte (INCOLLATE) nel Piano Sicilia 566
Incidenza percentuale 91.73%

Capitolo 7
Totale delle righe del piano Sicilia 659
Righe del piano Veneto riproposte (INCOLLATE) nel Piano Sicilia 73
Incidenza percentuale 11%

Capitolo 8
Totale delle righe del piano Sicilia 46
Righe del piano Veneto riproposte (INCOLLATE) nel Piano Sicilia 23
Incidenza percentuale 50%

Capitolo 9
Totale delle righe del piano Sicilia 30
Righe del piano Veneto riproposte (INCOLLATE) nel Piano Sicilia 30
Incidenza percentuale 100%

Capitolo 10
Totale delle righe del piano Sicilia 8
Righe del piano Veneto riproposte (INCOLLATE) nel Piano Sicilia 8
Incidenza percentuale 100%

Glossario
Totale delle righe del piano Sicilia 202
Righe del piano Veneto riproposte (INCOLLATE) nel Piano Sicilia 136
Incidenza percentuale 67,32%

BIBLIOGRAFIA RIGHE DEL PIANO SICILIA 76

T O T A L I
Totale delle righe dell’INTERO Piano Sicilia 4.585(*)
Righe del piano Veneto riproposte (INCOLLATE) nel Piano Sicilia 2.167
Incidenza percentuale 47,26%

(*)non conteggiate le pagine dell’elenco delle normative e della bibliografia


POSIZIONAMENTO DELLE RIGHE COPIATE DAL PIANO ARIA DEL VENETO INCOLLATE SUL PIANO SICILIA:


CAPITOLO 1
PAG 9 dalla 16° alla 50° riga
PAG 10 dalla 1° alla 10° riga; dalla 12° alla 31° riga
PAG 11 dalla 1° alla 24° riga; dalla 26° alla 31°; dalla 34° alla 39°; dalla 42° alla 52°
PAG 12 dalla 1° alla 26° riga; dalla 30° alla 33°; dalla 39° alla 39° dalla 43° riga
PAG 13 dalla 1° alla 6° riga
PAG 25 dalla 1° alla 42° riga
PAG 26 dalla 1° ; dalla 5° alla 16°; dalla 21° alla 25°
PAG 27 dalla 1° alla 32° riga
PAG 28 dalla 1° alla 46°; dalla 48° alla 50°
PAG 29 dalla 1° alla 8° riga
CAPITOLO 2
PAG 30 dalla 25° alla 26° riga; dalla 33° alla 53°
PAG 31 dalla 1° alla 14° riga; dalla 16° alla 25°
PAG 33 dalla 13° alla 14° riga
PAG 49 dalla 9° alla 25° riga; 31°
PAG 70 dalla 1° alla 29° riga
PAG 72 dalla 18° alla 23° riga
PAG 74 dalla 1° alla 24° riga
PAG 90 dalla 18° alla 28°; dalla 31° alla 32°; dalla 38° alla 40°
PAG 91 dalla 14° alla 24° riga
PAG 99 dalla 7° alla 10° riga; dalla 27° alla 43°
PAG 100 dalla 34° alla 35° riga
PAG 101 dalla 10° alla 15° riga
PAG 111 dalla 1° alla 8° riga; dalla 11° alla 13°
PAG 112 dalla 5° alla 7° riga
PAG 114 dalla 3° alla 7° riga; dalla 11° alla 17°; dalla 20° alla 25°
PAG 116 dalla 1° alla 9° riga; dalla 17° alla 27°; 34°
PAG 121 dalla 22° alla 24° riga
PAG 122 dalla 1° alla 15° alla 22° riga
PAG 126 dalla 1° alla 15° riga; dalla 21° alla 26°; dalla 30° alla 39°; dalla 42° alla 44°; dalla 48° alla 49°
PAG 127 dalla 3° alla 17° riga; dalla 26° dalla 36° alla 40° riga
PAG 128 dala 17° alla 22° riga; dalla 46° alla 57°
PAG 129 dalla 1° alla 50° riga
PAG 130 dalla 1° alla 10° riga; dalla 15° alla 17°; dalla 31° alla 50°
PAG 131 dalla 1° alla 11° riga
PAG 132 dalla 1° alla 18° riga
PAG 133 dalla 1° alla 29° riga
PAG 135 dalla 8° alla 9° riga
PAG 140 dalla 1° alla 14° riga
PAG 141 dalla 50° alla 51° riga
PAG 142 dalla 2° alla 3° alla 9° riga
CAPITOLO 3
PAG 169 dalla 1° alla 20° riga; dalla 24° alla 52°
PAG 170 dalla 16° alla 26° riga
PAG 172 dalla 1° alla 5° riga
PAG 173 dalla 12° alla 14° riga
PAG 174 dalla 1° alla 15° riga
PAG 175 dalla 1° alla 4° riga; dalla 11° 14° riga
PAG 177 dalla 8° alla 10° riga; dalla 11° alla 12°
PAG 178 dalla 1° alla 8° riga
PAG 180 dalla 1° alla 6° riga
PAG 181 alla 2° alla 9° riga
PAG 185 dalla 1° alla 4° e la 6° riga
PAG 186 dalla 7° alla 16° riga
PAG 189 dalla 1° alla 2°; dalla 4° alla 5°
PAG 190 dalla 1° alla 44° riga
PAG 191 dalla 1° alla 40° riga
PAG 192 dalla 1° alla 27° riga
PAG 193 dalla 1° alla 10° riga
PAG 195 dalla 3° alla 10° riga; dalla 12° alla 14°
CAPITOLO 4
PAG 196 34° RIGA
CAPITOLO 5
PAG 202 dalla 9° alla 12° riga; 15°
PAG 203 dalla 1° alla 20° riga; dalla 25° alla 29°
CAPITOLO 6
PAG 204 dalla 4° alla 7° riga; dalla 13° alla 16°; dalla 20° alla 22°; dalla 37° alla 44°
PAG 205 dalla 1° alla 46° riga
PAG 206 dalla 1° alla 51° riga
PAG 207 dalla 1° alla 36° riga
PAG 208 dalla 1° alla 42° riga
PAG 209 dalla 1° alla 36° riga
PAG 210 dalla 1° alla 3°; dalla 4° alla 8°
PAG 211 dalla 1° alla 48° riga
PAG 212 dalla 1° alla 41° riga
PAG 213 dalla 1° alla 46° riga
PAG 214 dalla 1° alla 42° riga
PAG 215 dalla 1° alla 39° riga
PAG 216 dalla 1° alla 53° riga
PAG 217 dalla 1° alla 17° riga; dalla 19° alla 42°
PAG 218 dalla 1° alla 10°; 16°; 17°; dalla 20° alla 26°; dalla 28° alla 36°
CAPITOLO 7
PAG 219 dalla 1° alla 17° riga; dalla 20° alla 25°
PAG 220 dalla 5° alla 15° riga; dalla 21° alla 26°
PAG 232 dalla 19° alla 45° riga
PAG 233 dalla 1° alla 6° riga
CAPITOLO 8
PAG 234 dalla 3° alla 4° riga; dalla 15° alla 16°; dalla 20° alla 21°; dalla 26° alla 40°; dalla 43° alla 44°
CAPITOLO 9
PAG 235 dalla 1° alla 29° riga
CAPITOLO 10
PAG 236 dalla 1° alla 8° riga
GLOSSARIO
PAG 237 dalla 1° alla 59° riga
PAG 238 dalla 1° alla 61° riga
PAG 239 dalla 1° alla 5° riga


Numero delle righe COPIATE dalle altre 32 fonti (+PIANO VENETO) e INCOLLATE nel PIANO SICILIA
1. FONTE DEL COPIATO: Piano regionale di tutela e risanamento dell’atmosfera della Regione Veneto
N° RigheCOPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia N° 2.167

2. FONTE DEL COPIATO: http://www.globalgeografia.com.pdf
N° RigheCOPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia 7

3. FONTE DEL COPIATO: Programma Pluriennale regionale attuativo regolamento CEE 2080/92
N° RigheCOPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia N° 75

4. FONTE DEL COPIATO: Il turismo in Sicilia 200-2001 pag 312
N° Righe COPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia N° 21
5. FONTE DEL COPIATO: http://www.sinanet.apat.it/it/sinanet/progetti/pri_clc2000/ilprogetto-i-clc2000-in_italia/metodologia/iv_livello_clc
N° Righe COPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia N° 10

6. FONTE DEL COPIATO:Agenda21, Relazione sullo stato dell’ambiente, Città di Palermo
N° RigheCOPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia N° 61

N° Righe COPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia N° 28

N° Righe COPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia N° 8

9. FONTE DEL COPIATO Dipartimento Chimica Università Palermo
N° Righe COPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia N° 56

10. FONTE DEL COPIATO AMIA, Il rilevamento dell’inquinamento acustico ed atmosferico nel Comune di Palermo, Agosto 1997-Dicembre 1998
N° Righe COPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia N° 65

11. FONTE DEL COPIATO AMIA, 3a Relazione
N° Righe COPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia N° 4

12. FONTE DEL COPIATO AMIA, 4a Relazione
N° Righe COPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia

13. FONTE DEL COPIATO AMIA, 5a Relazione
N° Righe COPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia N° 75

14. FONTE DEL COPIATO . Drago "Carta climatica e Atlante climatologico della Sicilia"
N° Righe COPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia N° 318

15. FONTE DEL COPIATO E. Golfieri e G. Silvestri “Progetto di residenze con l’utilizzo di sistemi solari passivi e di raffrescamento naturale ad Alfonsine (RA), Tesi di Laurea, Università di Ferrara, 1997-1998
N°Righe COPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia N° 8

16. FONTE DEL COPIATO ENEA 1999
N° Righe COPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia N° 40

17. FONTE DEL COPIATO A. Drago “I processi di desertificazione e i possibili interventi di mitigazione”
N° Righe COPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia N° 6

18. FONTE DEL COPIATO Istituto Veneto Tesi di Laurea
N° Righe COPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia N° 22

N° Righe COPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia N° 212

20. FONTE DEL COPIATO Piano Provinciale Tutela Qualità aria Provincia Trento
N° Righe COPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia N° 9

22. FONTE DEL COPIATO Linee guida per la formazione del “Piano di risanamento ambientale e rilancio economico del Comprensorio del Mela”, 2005
N° Righe COPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia N° 76

23. FONTE DEL COPIATO ARPA Laboratorio mobile, Comune di Milazzo, 2005-2006
N° Righe COPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia N°121

24. FONTE DEL COPIATO ANNUARIO ARPA 2004
N° Righe COPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia N° 186

25. FONTE DEL COPIATO ANNUARIO ARPA 2005
N° Righe COPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia N° 248

26. FONTE DEL COPIATO ANNUARIO ARPA 2006
N° Righe COPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia N° 264

27. FONTE DEL COPIATO D:M. 261/2002
N° Righe COPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia N° 14

28. FONTE DEL COPIATO 158-168 Genchi Cammarata
N° Righe COPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia N° 34

29. Allegato Tecnico Convenzione Università PA CIRIAS datato 7.2.2008
N° Righe COPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia N° 19

30 Convenzione Università Messina dr. Parmaliana datato 17.3.2005 A.R.T.A. dr. Genchi
N° Righe COPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia N° 44

31 Convenzione Università A.R.T.A. Dr. Genchi-Cammarata Università PA Ing Barbaro
N° Righe COPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia N° 12

32 Convenzione Università A.R.T.A. Dr. Genchi Università PA Ing Barbaro”Oggetto Attività di ricerca”
N° Righe COPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia N° 11

33 FONTE DEL COPIATO Assessorato Turismo, Comunicazioni e Trasporti “Piano Regionale dei Trasporti e della Mobilità”, Piano Direttore, 2002
N° Righe COPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia N° 34



TOTALI RIGHE PRESE-COPIATE DALLE 33 FONTI E INCOLLATE SUL “PIANO REGIONALE DI COORDINAMENTO PER LA TUTELA QUALITA’ DELL’ARIA AMBIENTE DELLA REGIONE SICILIA” 2291+2.167 N° 4.458

T O T A L I
Totale delle righe dell’INTERO Piano Sicilia 4.882
Righe COMPLESSIVE DELLE 33 FONTI riproposte (INCOLLATE) nel Piano Sicilia 4.458
Incidenza percentuale 91,31%



COPIATO NON SOLO DAL PIANO VENETO ma..: FONTI DEL COPIATO E INCOLLATO SUL PIANO SICILIA


CAPITOLO 1 fonti del copiato sul Piano Sicilia
Global Geografia
PAG 15 dalla 1° alla 5° riga
Programma Pluriennale
PAG 15 dalla 5° alla 9° riga;
Turismo in Sicilia pag 312
PAG 16 dalla 1° alla 13° riga;
Programma Pluriennale
PAG 17 dalla 4° alla 15° riga;
SINANET
PAG 18 dalla 1° alla 13° riga
Relazione sullo stato dell’ambiente Agenda 21 pag 26-27 e 113-117
PAG 20 dalla 1° alla 12° riga
PAG 21 dalla 1° alla 21° riga
PAG 22 dalla 1° alla 25° riga
Programma Pluriennale
PAG 23 dalla 1° alla 23°;
CAPITOLO 2 fonti del copiato sul Piano Sicilia
Annuario ARPA 2005 PAG 2.2 e 2.6
PAG 30 dalla 8° alla 25° riga; dalla 37° alla 49° riga;
Annuario ARPA 2004 PAG 2.26 -2.30
PAG 31 dalla 26° alla 34° riga; dalla 21° alla 25° riga;
PAG 32 dalla 3° alla 5° riga;
Prov Torino AZOTO
PAG 35 dalla 16° alla 24° riga
Prov Torino ZOLFO
PAG 35 dalla 5° alla 15° riga
Annuario ARPA 2004 PAG 2.14 -2.25, 2.8-2.13,2.36-2.40
PAG 35 dalla 1° alla 4° riga, 16,dalla 25° alla 37° riga,
PAG 36 dalla 1° alla 18° riga,
PAG 38 dalla 1° alla 13° riga, dalla 15° alla 30° riga, dalla 32° alla 37° riga,
PAG 39 dalla 1° alla 38° riga,
PAG 41 dalla 1° alla 7° riga,
PAG 42 dalla 1° alla 14° riga, dalla 17° alla 27° riga,
PAG 46 dalla 11° alla 12° riga,
PAG 47 dalla 1° alla 17° riga
Annuario ARPA 2005 PAG 2.7
PAG 49 dalla 30° alla 34° riga
Annuario ARPA 2006 PAG 2.6 e 2.28
PAG 49 dalla 41° alla 42° riga
PAG 50 dalla 1° alla 9° riga
PAG 50 dalla 10° alla 24° riga
PAG 51 dalla 1° alla 2° riga
PAG 52 dalla 1° alla 49° riga
PAG 53 dalla 1° alla 15° riga
Annuario ARPA 2004 PAG 2.42
PAG 70 TABELLA
Annuario ARPA 2005 PAG 2.18 e 2.19
PAG 71 dalla 24° alla 26° riga
PAG 72 dalla 1° alla 8° riga
AMIA Palermo relazione 97/98 pag 44-47
PAG 81 dalla 5° alla 29° riga
PAG 81 dalla 38° alla 99° riga
PAG 81 dalla 5° alla 29° riga
PAG 82 dalla 1° alla 4° riga
PAG 82 dalla 7° alla 8° riga
PAG 83 dalla 1° alla 7° riga
PAG 83 dalla 8° alla 9° riga
PAG 83 dalla 11° alla 12° riga
PAG 83 dalla 13° alla 159° riga
AMIA Palermo III relazione pag 278-284
PAG 84-86 TABELE
Carta Climatica a atlante della Sicilia pag 103-106 109-112
PAG 93 dalla 1° alla 31° riga,
PAG 93 dalla 32° alla 40° riga
Università Ferrara tesi laurea “l’AMBIENTE NATURALE” capitolo 2°
PAG 96 dalla 10° alla 15° riga
Carta Climatica a atlante della Sicilia pag 103-106 109-112
PAG 99 dalla 7° alla 11° riga, dalla 1° alla 21° riga
Programma Pluriennale
PAG 99 dalla 1° alla 6° riga, dalla 11° alla 26° riga
Carta Climatica a atlante della Sicilia pag 106 112-113
PAG 101 dalla 7° alla 10° riga
PAG 103 dalla 1° alla 4° riga,
ENEA 1999
PAG 105 dalla 5° alla 40° riga
Carta Climatica a atlante della Sicilia pag 106 112-113
PAG 106 dalla 1° alla 3° riga,
PAG 106 dalla 4° alla 17° riga,
I Processi di desertificazione e i possibili rimedi pag 1
PAG 109 dalla 1° alla 5° riga,
Carta Climatica a atlante della Sicilia pag 106 112-113
PAG 110 dalla 1° alla 7° riga,
PAG 110 dalla 8° alla 24° riga
Istituto Veneto pag 20-21
PAG 111 dalla 14° alla 25° riga
PAG 112 dalla 1° alla 3° riga
Piano Provinciale Tutela Aria Provincia Trento pag 38
PAG 114 dalla 15° alla 17° riga, dalla 25° alla 27° riga;
Annuario Arpa 2006 pag 2.29 2.31-2.32
PAG 115 dalla 1° alla 29° riga
Annuario Arpa 2006 pag 2.31-2.32
PAG 118 dalla 1° alla 8° riga
Annuario Arpa 2005 pag 2.23-2.24
PAG 124 dalla 34° alla 46° riga
DIRVIT
PAG 126 dalla 16° alla 20° riga; dalla 23° alla 25° riga; dalla 36° alla 37° riga; dalla 41° alla 44° riga; dalla 47° alla 51° riga;
PAG 127 dalla 1° alla 2° riga; dalla 18° alla 35° riga; dalla 40° alla 47° riga; dalla 48° alla 52° riga;
PAG 128 dalla 1° alla 17° riga; dalla 24° alla 31° riga; dalla 32° alla 46° riga;
PAG 129 dalla 1° alla 19° riga;
PAG 130 dalla 11° alla 14° riga;
Annuario Arpa 2006 pag 2.25-2.39
PAG 133 dalla 32° alla 45° riga;
PAG 134 dalla 9° alla 22° riga;
PAG 136 dalla 1° alla 17° riga; dalla 24° alla 26° riga
PAG 137 dalla 1° alla 19° riga;
PAG 138 dalla 1° alla 22° riga;
PAG 139 dalla 1° alla 18° riga;
AMIA V relazione pag 276-284
PAG 138 E PAG 139 TABELLE
APAT Biomonitoraggio 2005
PAG 140 dalla 15° alla 34° riga,
Linee Guida Comprensorio del Mela 2005 pag 69-70
PAG 140 dalla 35° alla 36° riga,
PAG 141 dalla 1° alla 24° riga,
ARPA Laboratorio Mobile Milazzo pag 14, 22-24,32-42
PAG 151 dalla 8° alla 11° riga,
PAG 152 dalla 1° alla 32° riga,
PAG 153 dalla 1° alla 40° riga,
PAG 154 dalla 1° alla 11° riga,
AMIA III IV V Relazione
PAG 157 dalla 17° alla 29° riga,
AMIA III Relazione
PAG 157 TABELLA
CAPITOLO 3 fonti del copiato sul Piano Sicilia
Annuario ARPA 2005 PAG 2.25 e 2.26
PAG 157 dalla 17° alla 29° riga,
AMIA Acidità Piogge acide pag 32
PAG 157 dalla 14° alla 23° riga,
AMIA V Relazione pag 276
PAG 157 dalla 17° alla 29° riga,
GENCHI-CAMMARATA
PAG 158 dalla 1° alla 46° riga,
PAG 159 dalla 1° alla 24° riga,
Annuario ARPA 2005 PAG 2.25 e 2.26
PAG 170 dalla 1° alla 12° riga,
PAG 171 dalla 1° alla 12° riga,
AMIA V Relazione pag 276
PAG 172 TABELLE
Annuario ARPA 2005 PAG 2.33-2.34
PAG 173 dalla 6° alla 10° riga,
PAG 173 dalla 1° alla 3° riga,
PAG 173 dalla 7° alla 18° riga,
AMIA V Relazione pag 283-284
PAG 174 e pag 175 TABELLE
Annuario ARPA 2004 PAG 2.58 -2.69
PAG 173 e pag 173 TABELLE
Annuario ARPA 2005 PAG 2.29 e 2.30
PAG 175 dalla 5° alla 10° riga, dalla 15° alla 25° riga;
Annuario ARPA 2004 PAG 2.64
PAG 176 TABELLE
AMIA V Relazione pag 281
PAG 176 TABELLE
Annuario ARPA 2005 PAG 2.31-2.32
PAG 177 dalla 1° alla 7° riga, dalla 11° alla 16° riga,
PAG 178 TABELLE
Annuario ARPA 2004 PAG 2.67
PAG 178 TABELLE
AMIA V Relazione pag 279-280
PAG 179 TABELLE
AMIA V Relazione pag 279-280
PAG 180 TABELLE
Annuario ARPA 2005 PAG 2.27
PAG 181 dalla 10° alla 16° riga; dalla 18° alla 25° riga;
PAG 182 dalla 1° alla 6° riga;
Annuario ARPA 2004 PAG 2.64
PAG 182 TABELLE
AMIA V Relazione pag 276-278 e 284
PAG 182 TABELLE
Annuario ARPA 2005 PAG 2.35
PAG 186 dalla 17° alla 33° riga;
Annuario ARPA 2004 PAG 2.72
PAG 187 TABELLE
AMIA V Relazione pag 281-283
PAG 187 TABELLE
Annuario ARPA 2004 PAG 2..44-2.46
PAG 201 dalla 1° alla 17° riga;
PAG 202 dalla 1° alla 8° riga;
CAPITOLO 4 fonti del copiato sul Piano Sicilia
Linee Guida Comprensorio del Mela 2005 pag 196
PAG 196 dalla 1° alla 20° riga
DM 261/2002
PAG 196 dalla 21° alla 34° riga
Normativa
PAG 196 dalla 35° alla 47° riga
PAG 197 dalla 1° alla 60° riga
CAPITOLO 5 fonti del copiato sul Piano Sicilia
Annuario ARPA 2004 PAG 2..44-2.46
PAG 201 dalla 1° alla 17° riga
PAG 202 dalla 1° alla 8° riga
CAPITOLO 7 fonti del copiato sul Piano Sicilia
Allegato Tecnico Convenzione Università PA CIRIAS ARTA datato 7.2.2008
PAG 220 dalla 19° alla 38° riga
Convenzione Università A.R.T.A. Dr. Genchi Università Messina dr. Parmaliana 17.3.2005 Allegato Tecnico
PAG 226 dalla 38° alla 44° riga
PAG 227 dalla 1° alla 37° riga
Convenzione Università A.R.T.A. Dr. Genchi-Cammarata Università PA Ing Barbaro
PAG 229 dalla 1° alla 12° riga
Convenzione Università A.R.T.A. Dr. Genchi Università PA Ing Barbaro”Oggetto Attività di ricerca”
PAG 229 dalla 13° alla 30° riga
PAG 230 dalla 1° alla 4° riga
Piano Direttore Assessorato Turismo e Trasporti Sicilia pag 4-6
PAG 233 dalla 7° alla 27° riga
CAPITOLO BIBBLIOGRAFIA fonti del copiato sul Piano Sicilia
Bibliografia Annuario ARPA pag 2.37-2.39
PAG 240 dalla 1° alla 59° riga
PAG 241 dalla 1° alla 21° riga






 TG3 PIANO ARIA REGIONE SICILIA COPIATO DAL VENETO di isolapulita
CONDANNATO IL DOTTOR SALVATORE ANZA’ DIRIGENTE ASSESSORATO TERRITORIO AMBIENTE REGIONE SICILIA  IL GIUDICE: “ IL PIANO ARIA REGIONE SICILIA E’ COPIATO”  di isolapulita



ANZA', ZUCCARELLO,LOMBARDO,CIRINCIONE,BARBARO,PARMALIANA,TOLOMEO,PETIX,GULLO,LO BELLO,COPIA E INCOLLA,PIANO ARIA REGIONE SICILIA,GENCHI,CAMMARATA,PELLERITO,CIAMPOLILLO


CAMBIAMO ARIA IL PIANO ARIA REGIONE SICILIA UNA COPIATURA UNICA